Chi è Stride Vollachia?

Stride Vollachia è il precedente arcivescovo della Superbia, figlio (uno dei tanti) dell’imperatore di Vollachia. Abbiamo già fatto alcune considerazioni sul suo conto nella nostra teoria “Arcivescovo della Superbia, Priscilla Barielle!“, mettendo in evidenza alcuni suoi aspetti caratteriali e accennando alla sua storia attraverso dei passi antologici, per cui dateci un’occhiata se non lo avete ancora letto, in quanto quei contenuti non verranno ripetuti nell’analisi seguente.
Attualmente compare solo nella “Ballata della Battaglia del Demone della Spada” e nel volume 3 delle storie EX di Re:Zero, per cui le informazioni sul suo conto sono limitate ma piuttosto esaustive.

 

Sebbene sia un nobile, l’impero di Vollachia si dissocia totalmente dalla sua figura dichiarando di non sapere chi sia, eppure Stride è addirittura un possibile candidato al trono. Il nuovo sovrano viene infatti eletto tra i numerosi figli dell’imperatore che quest’ultimo genera con diverse donne, attraverso una sanguinosa selezione fratricida nella quale ognuno cerca di prevalere sui fratellastri e sulle sorellastre togliendoli di mezzo.

Stride inquadra alla perfezione il suo peccato, essendo sempre alla ricerca di qualcosa che possa soddisfarlo e possa catturare la sua attenzione, senza farsi scrupoli.

Abbiamo molti dubbi sul suo potere, perché non mostra mai di avere effettivamente un’autorità, e allo stesso tempo non è affatto interessato alla strega dell’Invidia.
Stride è sempre stato malaticcio e per questo, non essendo ritenuto degno del trono, venne inviato dalla famiglia ad allenarsi da Kurgan, un eroe dell’Impero di Vollachia, pensando di eliminarlo sottoponendolo a un allenamento troppo duro. Tuttavia l’uomo si prese cura di lui e quando probabilmente Stride vinse la Selezione, il padre lo avvelenò, facendogli passare tre mesi di agonia che portarono alla sterilità, una condizione che gli avrebbe impedito di accedere al trono. Proprio da questo momento prese forma la sua visione teatrale della vita, convinto a seguito della sua esperienza di quasi-morte dell’esistenza di “osservatori esterni”.

Il suo piano era quello di far cadere il regno di Lugnica, e cercò di raggiungerlo con tutti i mezzi.

 

Vi proponiamo dei pezzi tratti dalla “Ballata del Demone della Spada”.

 Il racconto è ambientato circa quaranta anni fa, quando una nuova minaccia, Stride Vollachia, si affaccia sul panorama del Regno di Lugnica, prendendo di mira la famiglia Astrea e le persone a loro vicine. In questo punto della storia Stride, non ancora dichiaratosi apertamente un arvicescovo, lancia una maledizione su Carol Remendis, un’attendente e discepola di Theresia, che le impedisce di avvicinarsi al suo fidanzato Grimm Fauzen, compagno d’armi del giovane Demone della Spada Wilhelm van Astrea. La figura del nobile di Vollachia è ancora misteriosa, ma bisogna fare presto il punto della situazione e agire. La scena si svolge nella villa Astrea, Theresia è in dolce attesa e sta passando del tempo con la madre Tishua e il padre Beltol, quando…

Carol Remendis e Grimm Fauzen

――Qualcuno avrebbe potuto capire immediatamente cosa era successo?

 

 

Ogni suono scomparve dal mondo, il tempo si fermò e venne proiettata vividamente una scena di schizzi di sangue.

 

 

Non ci furono grida di agonia. Sia perché il suono era svanito che per il fatto che l’individuo che alla fine aveva ricevuto l’attacco aveva subito in precedenza una ferita alla gola e ora non poteva più parlare. Comunque, c’era una ragione molto più ovvia.

 

 

――Ed era perché era totalmente incredulo al fatto di essere stato colpito.

 

 

???:「――」

 

 

Aveva sentito un pesante Swoosh, e poi il suo corpo era stato tagliato per obliquo. Grimm Fauzen collassò al suolo.

 

 

Dal momento che stava indossando ancora l’armatura, un rumore sordo accompagnò la caduta di Grimm―― Non aveva avuto il tempo di cambiarsi con qualcosa di più leggero perché fremeva per tornare dalla sua amata.

 

 

L’avrebbe dovuta cercare, scambiando dolci vanità con lei. Ma ora tutti quei sentimenti che provava per il suo amore equivalevano a nient’altro che pura ironia.

 

 

――Perché colei che impugnava la spada che aveva colpito Grimm era stato il suo tesoro, Carol.

 

 

Carol:「Gr…imm?」

 

 

Carol fissò il suo amato che era collassato ai suoi piedi e farfugliò sotto shock. Aveva in mano la Spada del suo Cavaliere con un portamento perfetto, esemplare per uno spadaccino.

 

 

La Spada del suo Cavaliere aveva una lama lunga e sottile, e ora era ricoperta del sangue del suo amato, brillando con il crudele colore dell’acciaio.

 

 

???:「――Hah! C’è una certa mancanza di appariscenza nella sua produzione per una commedia, non è vero? Quello di cui avevamo bisogno qui per rendere il tutto più sublime era della musica che accentuasse la follia piuttosto che il silenzio. Che sorpresa, agli osservatori lassù nei cieli manca il senso dell’estatica.」

 

 

Un uomo stava in piedi di fronte a quello spettacolo, tutto il suo corpo trasudava malizia, e quando pronunciò queste parole, lo fece con uno sguardo annoiato―― Era attualmente il peggior criminale del Regno di Lugnica, un nemico giurato a cui il 『Demone della Spada』continuava a dare la caccia, Stride.

 

 

Stride camminò con calma verso le persone che stavano ghiacciate sul posto per quello che avevano appena visto, senza degnare di un singolo sguardo Grimm che era collassato in una pozza di sangue. Quando arrivò di fronte a loro, fece a turno un profondo inchino davanti a ognuno di loro, e basta.

 

 

Era come se si fosse rivolto al suo pubblico in cima a un palcoscenico teatrale e stasera avesse promesso loro un atto che li avrebbe commossi stasera.

 

 

Stride:「Splendido, le preparazioni hanno funzionato come previsto, anche se l’inizio è stato un po’ noioso. Udite udite, è ordunque la mia venerabile persona, il drammaturgo, pagate i vostri tributi alla sua magnanimità. Applaudite pure a vostro piacimento, nonostante l’ouverture sia stata una delusione.」

 

 

Stride disse ciò con un sorriso perfido. Theresia rimase in silenzio, un sapore acre le diede la nausea per l’indicibile malizia che proveniva dall’uomo.

 

※ ※ ※ ※ ※ ※ ※ ※ ※ ※

Stride:「Il tempo è maturo ora. Ho aspettato questo momento a lungo, 『Santo della Spada.』Sarai in grado di fermarmi?」

 

 

Theresia:「Di cosa stai…」

 

 

Theresia aveva messo la sua mano sul ventre gonfio, si era alzata, e aveva chiesto a Stride cosa avesse intenzione di fare. Stride rise alle sue parole, poi le sue labbra si divisero in un grigno crudele,

 

 

Stride:「――Fallo.」

 

 

Mosse il dito alzato e ordinò un breve comando senza degnarsi di rispondere alla domanda di Theresia. Carol capì in maniera acuta il significato di quel comando più di chiunque altro, e ciò la fece urlare.

 

 

Carol:「NO…NO, NO, NONONONONOOOOOOOOO!」

 

 

Lacrime correvano giù dai suoi occhi spalancati, ma ciononostante, la sua carne e le sue ossa andarono contro i suoi sentimenti mentre cercava di mostrare le abilità che aveva affinato fino ad ora in quanto spadaccino, senza trattenersi.

 

 

Per la prima volta da quando aveva preso la spada, la stava puntando verso la famiglia che aveva giurato di proteggere.

 

 

Carol:「CORRETE VIAAAAAAA!」

 

 

Carol urlò e immediatamente dopo, camminò bruscamente verso di loro.

 

 

Theresia aveva provato a levarsi di mezzo quando lo aveva visto. Ciononostante il bambino si era mosso nella sua pancia, e ciò l’aveva fatta fermare nel suo movimento. Aveva esitato. Poi, Tishua l’aveva spinta per terra.

 

 

Tishua l’aveva spinta sul pavimento e le aveva fatto da scudo. Poteva vedere Bertol che stava in piedi con entrambe le braccia distese davanti a lui, prima di Tishua.

 

 

Un bagliore argentato riempì la stanza.

 

 

――E sangue fresco schizzò ovunque nella villa Astrea.

 

 

Rese Carol una marionetta nelle sue mani, facendola macchiare del sangue di innocenti; rapì il Santo della Spada, aspettando la sua gravidanza per renderla ancora più vulnerabile; causò la morte prematura di Roswaal Julia Mathers, la nonna di Roswaal L. Mathers, sacrificatasi per la sua amica, e del padre di Theresia. Sebbene l’elenco dei suoi crimini potrebbe allungarsi ancora e ancora, Stride ha radunato tutti gli esclusi sociali che, come lui, venivano perseguitati o discriminati, a partire dalla giovane moglie Melinda, la cui razza era stata sterminata perché dotata di un potere ritenuto pericoloso, dei due ninja Raizo e Shasuke, torturati e strappati alle famiglie, privati del nome e del villaggio in cui vivevano ridotto in cenere, ma anche di Kurgan stesso, nato in modo anomalo con 8 braccia invece che 4. Tutti loro erano stati accolti e accettati da Stride.

 

Melinda:「Il mio signore marito è il reietto che è stato abbandonato dalla sua terra natia. Il mio signore marito è la zanna del criminale che maledice il destino. Il mio signore marito è il salvatore di noi emarginati che siamo stati rifiutati dalla storia. Il mio signore marito è il colpo assoluto agli Osservatori che siedono lassù nei cieli. 」

 

Così quest’uomo, sulla cui vita gli altri si sono sentiti in diritto di prendere decisioni, ridotto in una marionetta per soddisfare le aspettative altrui, degli osservatori esterni, che ha lottato per avere il controllo sulla sua vita e ha finito per mettersi nella posizione degli spettatori pur di non essere l’attore dello spettacolo, quest’uomo superbo, può davvero essere giudicato un colpevole prima di essere considerato una vittima?

Vulcan 🪐

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *