Ayamatsu IF – Prologo

AYAMATSU IF

Re: Errare la Vita in un Altro Mondo Da Zero

 

 

—Ciò che gli pervase la mente fu il violento 『calore』allo stomaco.

 

 

“Ghhgg! Brucia!”

 

 

Con la faccia sofferente per la dura superficie del pavimento, Subaru sapeva di essere caduto prono. Ma i suoi arti non lo rimettevano in piedi, e giaceva senza muoversi.

 

 

Era come se non fosse più se stesso, e il corpo gli fosse stato rubato.

 

 

Un inferno bruciava Subaru con persistenza. Quindi nulla della situazione era fallace.

 

 

—Brucia, brucia brucia bruciabruciabruciabruciabruciabrucia.

 

 

Aprì la bocca, e invece di un grido ne fuoriuscirono fiumicelli di sangue.
Sofferente e angosciato, quasi affogando nel suo stesso sangue mentre era soggetto al culmine dell’agonia.

 

 

—Che diamine poteva aver fatto?

 

 

Piangeva suppliche di evasione per fuggire alla sofferenza, la lagnosa lamentela gli si ripeteva nella testa.

 

 

Che mai aveva fatto?
Sapeva che la sua vita non meritava lodi palesi. Ma questa constatazione non era valida solo per Subaru. Nessuno poteva vivere una vita così pura da portersene vantare davanti a tutta l’umanità. Le persone si sentivano in colpa, provavano rimorso, fingevano ignoranza, giungevano a compromessi.

 

 

Quindi perché solo lui doveva soffrire tutto questo?
Perché il fato che tutti gli altri potevano ignorare si era imposto solo nel suo caso?

 

 

“Ahh, cazzo…”

 

 

Riversò il sospiro tra frotti di sangue.
Portava con sé il rimorso, la ripugnanza per la sua impotenza, l’odio per il fato—

 

 

—e l’esasperazione.

 

 

“—”

 

 

Anche con tutte queste ferite, anche con tutta quest’agonia, anche con tutta la sofferenza letale.
Anche se il fuoco lo bruciava, il dolore lo faceva a pezzi, anche se minacciava la sua vita.

 

 

La ragazza impressa nella sua mente avrebbe dovuto, sorridendo, affrontare inesorabilmente il ripetersi di una morte dolorosa. Quindi,

 

 

“Io,”

 

 

Una volta ancora, diede voce alla sua risolzione. Diede voce alla sua risoluzione. Diede voce al suo rammarico, al suo rimpianto.
Mentre ricercava un futuro che, con innumerevoli tentativi, innumerevoli corse, e innumerevoli sforzi, non avrebbe mai potuto raggiungere, in ogni caso.
Il 『dolore』e il 『calore』 e tutto il resto stavano diventando sempre più distanti, e così, ululò.

 

 

“A qualunque costo,”

 

 

Lo spostamento di una lama incombeva senza pietà sulla sua ultima scintilla di vita.
Ma la lama non entrò neanche nella sua visuale. Aveva già preso la sua decisione.

 

 

—Ti salverò.

 

 

L’istante in cui rinnovò tale desiderio, Natsuki Subaru perse la vita.

 

 

 

 

 

Traduzione: Vulcan

Revisione: Tycho

 

Seguiteci su Instagram: _return_by_death_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *