Arcivescovo della Superbia, Priscilla Barielle!

※ ※ ※ ※ ※ ※ ※ ※ ※ ※

 

È importante per la teoria introdurre un personaggio deceduto che compare SOLO nelle STORIE SECONDARIE di Re:Zero e che non si sa se e quando verrà mai animato. Probabilmente non costituirà spoiler in alcun modo per la storia principale.

 

Per sapere come funzionano gli spoiler tag, consultate la legenda nella sezione Il Vangelo.

 

※ ※ ※ ※ ※ ※ ※ ※ ※ ※

 

Non si sa chi sia l’arcivescovo della Superbia da quando l’ultimo a noi noto, Stride Vollachia, è stato ucciso. Di lui sappiamo che è il figlio del precedente imperatore di Vollachia, ed è imparentato con Priscilla, ma ci sono molti altri indizi che fanno pensare che la candidata al trono possa essere un arcivescovo.

Molti hanno sospettato che tale ruolo fosse ricoperto da Aldebaran dopo che nell’arco 3, in una scena tagliata dall’anime, Subaru si reca con Rem da Priscilla e lì avviene un breve scambio con il cavaliere:

Considerando la reazione di Aldebaran, già misterioso perché evocato anche lui dal Giappone, e ricordando che il villaggio delle due gemelle era stato attaccato proprio dal Culto della Strega, si pensa che Al possa esserne in qualche modo immischiato.

Più avanti scopriamo nello scontro con Capella Emeralda Lugunica che Aldebaran possiede probabilmente un potere simile a quello di Subaru che gli permette di tornare indietro dalla morte, ma con delle modalità diverse, cioè presumibilmente rimanendo nella stessa linea temporale e che conosca gli arcivescovi.

 

 

Sempre nell’arco 3 Petelgeuse, vedendo Subaru, gli domanda se fosse lui l’Arcivescovo della Superbia, e anche prima dello scontro finale si avvicina a lui vedendolo come il potenziale membro in grado di completare l’Ordalia. Ovviamente questo ha riversato non pochi dubbi sul protagonista.

 

 

Allora cosa ci fa pensare a questo punto che sia Priscilla l’arcivescovo? Semplice.

 

1. Non solo Priscilla ha un atteggiamento estremamente superbo, ma parla in modo simile a Stride, utilizzando delle espressioni quali “la mia venerabile persona” e termini altisonanti tipicamente aristocratici. Ha un rapporto di sudditanza con le persone che gli stanno intorno, anche se si tratta di gente che dovrebbe avere per lei una certa importanza, ma così come accade con Stride la sua arroganza può essere la conseguenza di eventi spiacevoli del passato. Lui è infatti il reietto della famiglia, colui che è stato sabotato dal suo stesso sangue perché ritenuto inadatto a ricoprire il ruolo di imperatore per le sue condizioni fisiche, e, mandato prima ad allenarsi duramente nella speranza che morisse e poi avvelenato da suo padre, ha lottato tra la vita e la morte per mesi. Questo modo che avevano gli altri di guardarlo dall’alto in basso e muoverlo come una pedina sulla loro scacchiera ha alimentato il suo disprezzo e lo ha portato a circondarsi di persone che, come lui, erano state discriminate, perseguitate, tradite, abbandonate e che vedevano in lui una salvezza, un angolo in cui sentivano di poter contare qualcosa in un mondo indolente che li trattava come esseri insignificanti e spregevoli. E anche se per lui stesso quegli emarginati non avevano valore come persone, non li aveva mai respinti e aveva mostrato interesse a un lato di loro. Anche se si trattava di opportunismo, era il meglio che potesse essere loro offerto in prospettiva di una vita priva di significato; semplicemente, per una volta potevano sentirsi accettati.

Al ha perso un braccio appena arrivato in questo mondo, chi dice che Priscilla non possa avergli salvato la vita? Che non possa essere stata per lui l’unico appiglio a cui aggrapparsi, un po’ come Emilia per Subaru? Non conosciamo il passato di Al e non sappiamo quanto fosse forte mentalmente, ma sicuramente l’esperienza vissuta appena arrivato, a 18 anni circa, deve essere stata abbastanza traumatizzante.

 

 

2. Priscilla è rinomata per essere molto fortunata. Potrebbe essere grazie ad Al che usa il suo potere per far andare le cose secondo i piani della principessa, ma cosa c’è di più facile che seguire le indicazioni di un Vangelo per non sbagliare mai? Gli arcivescovi vi si affidano ciecamente e, nonostante come possa sembrare prendendo il caso di Petelgeuse, le informazioni fornite sono corrette, permettendo loro di rimanere in carica senza essere uccisi per anni. Gli inconvenienti derivano dal potere di Subaru che, tornando dalla morte, altera le linee temporali per come vengono descritte dal vangelo, e dal fatto che non si sa quali siano gli obiettivi di chi fornisce le istruzioni scritte per i membri del Culto, per cui anche la loro sopravvivenza fino a un certo momento può essere parte di un piano più grande di cui ancora non si vede la fine.

 

 

3. Priscilla, così come Stride, compie le sue azioni al fine di divertirsi dei risultati a cui portano, come farebbe qualcuno che si gode una recita a teatro, vedendo le reazioni dei personaggi. Questo è tra l’altro un atteggiamento simile a quello di Pandora con qualche leggera differenza, ma non a caso la Vanagloria è stata assimilata come peccato capitale alla Superbia, vista nell’ottica di egoistico compiacimento.

 

 

4. Priscilla può, in quanto membro della famiglia reale di Vollachia, creare dalla luce la Spada Yang Vollachia. Questa compare in aria quando chi la possiede decide di utilizzarla e ha il potere di tagliare e bruciare tutto ciò che si desidera, ricordando l’autorità della strega della Superbia Typhon.  Per qualche ragione però Stride viene bruciato quando la usa.

 

 

5. All’inizio dell’arco 5 viene detto che si conoscono gli obiettivi di più o meno tutti i candidati, eccetto che di Priscilla. Potrebbe essere collegato in qualche modo al fatto che Stride riesce a non far leggere le proprie intenzioni e non far accorgere le persone di quali sono le sue azioni anche quando le compie davanti ai loro occhi e per cui non venga riconosciuta dagli altri membri del culto, sebbene Sirius sembra avere i suoi dubbi?

E non appena lo dichiarò―― prima che qualcuno potesse anche solo batter ciglio, creò nella sua mano un pugnale storto che usò prontamente per pugnalare nel petto uno dei prigionieri.

Theresia:「Cos」

Le reazioni di Theresia vennero ritardate per un momento, avendo visto quell’atto terribile.

Se fosse stato un attacco, non ci sarebbe stata alcuna ragione per cui Theresia non l’avrebbe dovuto fermare. Ciononostante, Theresia non era stata in grado di comprendere il suo comportamento. E questo perché la sua azione non era stata un “Attacco”.

――Per quanto riguardava Stide, l’atto di pugnalare gli altri non era qualcosa che considerasse un attacco vero e proprio.

Quindi anche agli occhi del『Santo della Spada』la sua lama non era stata vista come un attacco.

 

 

6. Nello scontro contro Sirius, Priscilla riesce a sopravvivere a tre colpi che le vengono inflitti rimanendo illesa, poiché in compenso si fratturano tre gemme della sua collana. Il messaggio di Sirius , che dice che ciò è qualcosa che ci si aspetterebbe da Superbia, è chiaro: Stride era in grado di legare a sé delle persone attraverso degli anelli e gettando su di loro delle maledizioni, ma è stato anche in grado di vincolare un drago dopo averlo evocato, pagando però dovendo cedere parte del suo corpo. 

Stride:「Hah, non siate spaventati, piccoli topolini impauriti. Anche gli anelli della maledizione non sono onnipotenti. In questo momento, non possono vincolare le vostri menti e i vostri corpi. La mia venerabile persona non ha abbastanza viscere rimanenti per pagare il loro prezzo.」

Carol:「Viscere, per pagare il loro prezzo…?」

Stride:「Ogni anello causa un danno permanente a una parte del tuo corpo. È come funzionano. Anche senza, mi sto forzando a muovere questo corpo cadaverico. Non ho nient’altro da offrire.」

Ricevendo quelle parole insieme alla radiosità delle gemme, Carol intuitivamente capì cosa intendesse. E le fece orrore.

Stride aveva indossato dieci anelli su entrambe le sue mani. Se doveva pagare per ognuno di loro, allora quello davanti a lei era nel vero senso della parola un essere il cui corpo era quello di un cadavere.

Aveva portato avanti un rituale che lo aveva portato più vicino alla sua morte;

 

Sebbene non si sappia ancora bene quale sia l’autorità di Superbia, non è da escludere che le modalità di funzionamento degli anelli e delle gemme della collana possano essere le stesse, perché in entrambi i casi viene legata una persona e si ha controllo sul suo corpo.

 

 

7. Il fatto che nell’arco 5 compaiano Kurgan e Theresia che si muovono come delle marionette, come se eseguissero degli ordini, ricorda moltissimo il sopraccitato potere di Stride. Sembrerebbe che eseguano degli ordini elementari, ragion per cui non inseguono chi scappa come nel caso di Garfiel e Mimi, però anche se morti sembra che in qualche modo, forse la loro volontà si faccia sentire, avendo mantenuto una parte della loro umanità, e che quindi non li riesca a controllare perfettamente, così come accaduto anche a Stride, ragion per cui Kurgan nello scontro finale non uccide Garfiel, ma anzi lo salva. Personalmente ho ancora dei dubbi a riguardo e delle cose non sono chiare ma che riguardano più da vicino le modalità del funzionamento del potere, tipo in che modo faccia Theresia a essere così forte nonostante abbia perso la Benedizione del “Santo della Spada” prima di morire. Comunque esiste possibilmente un collegamento su come entrambi diventino cenere una volta sconfitti.

 

Non è detto che Priscilla sia un arcivescovo, perché il gene della Strega e il titolo di arcivescovo non siano strettamente legati come si vede nel flashback di Petelgeuse.

 

 

Vulcan 🪐

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *